Competenza e programma per migliorare l’Italia

Nella serata di presentazione dei candidati del MoVimento 5 Stelle alle elezioni politiche tenutasi a Bovolone Venerdì 9 Febbraio, la competenza dei relatori è parsa a tutti evidente.

Erano presenti Gabriele Pernechele, candidato al Senato, quattro lauree, che ha illustrato il programma fiscale ed economico,  Marcella Biserni, candidata alla camera, insegnante al Liceo Fracastoro di Verona, che ha rivolto l’attenzione al mondo della scuola, Silvana Belladelli, candidata al Senato,  imprenditrice agricola con una laurea in curriculum, Clara Zanetti, candidata al Senato e imprenditrice.

IMG-20180210-WA0002-1

da sinistra: E. Scipolo, S. Belladelli, M. Brusco, L. Montagnoli, M. Biserni, C. Zanetti, G. Pernechele


I candidati sono stati introdotti dai consiglieri comunali Enrico Scipolo e Lorenza Montagnoli.

Pernechele ha spiegato come il M5S intende abbassare le tasse e dove troverà i soldi per farlo. 

Biserni ha spiegato gli errori commessi nella riforma cosiddetta “Buona scuola” e come il M5S intende porvi rimedio.

Belladelli, ricordando l’enorme difficoltà nel settore agricolo, ha illustrato le linee guida per ridare slancio all’agricoltura in Italia.

Zanetti ha mostrato i benefici anche per l’economia italiana del reddito di cittadinanza.
Buono l’interesse dei cittadini che hanno scambiato con i candidati domande e osservazioni intrattenendosi anche al termine della serata

Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Elementari più calde e sicure Verranno sostituiti gli infissi

(da L’Arena del 28/12/17) A sollevare il problema, ci avevano pensato i consiglieri del M5S Enrico Scipolo e Lorenza Montagnoli… (leggi l’articolo completo)

SCUOLA SCIPIONI

 la scuola Primaria di Bovolone

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Fermo da un anno «l’eco mostro» ripartirà da zero

(da L’Arena del 21/12/2017) …è tornato alla ribalta in risposta ad alcune interpellanze presentate dal M5S con le quali veniva sollevato più in generale il tema del degrado urbano, dovuto anche alla presenza, in centro, di alcuni vecchi edifici abbandonati, con facciate e grondaie pericolose per l’incolumità dei pedoni…. (leggi l’articolo completo)

ORMANETO

Mostro di Via Ormaneto

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Case Ater, attesa finita

(da L’Arena del 1/12/17) A riportare di attualità il problema casa dopo un’ondata di sfratti esecutivi è stata un’interpellanza del M5S, che è tornato alla carica sull’emergenza in atto…. leggi l’articolo completo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Decidi tu quanto chiasso si potrà fare vicino a casa tua, al Parco, alle scuole,….

Con deliberazione di Consiglio Comunale n. 65 del 24.11.2017  è stato presentato il Piano di Zonizzazione Acustica comunale, nel quale viene proposto dal Comune quanto rumore si potrà fare nelle varie zone del paese ed in che orari. Il Piano è modificabile in base alle osservazioni che arriveranno entro il 29/1/18. Trovate tutte le info sul sito del Comune

Ciascuno può presentare osservazioni ed a tale scopo abbiamo predisposto il  Modello_per_osservazioni_acustica (clicca sulla scritta per scaricarlo)

Come M5S riteniamo eccessive le deroghe che saranno concesse al Motocross e abbiamo presentato le osservazioni che trovate al seguente link

Se siete d’accordo con le nostre osservazioni potete stampare il seguente Modello_per_osservazioni_acustica M5S, compilandolo coi vostri dati e firmandolo.

Le osservazioni possono essere consegnate a mano all’Ufficio Protocollo del Comune, oppure inviate via fax (045-6995264) o e-mail info@bovolone.net

area Parco

Area Parco: si vuole consentire al Motocross di fare più rumore, più a lungo e per più giorni

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

DOMENICHE AL PARCO SENZA BACCANO

Venerdi 24 Novembre alle 20.30 in Consiglio Comunale presso la Sala Civica si voterà il Regolamento per la disciplina delle attività rumorose. Abbiamo presentato due emendamenti per evitare che tutte le domeniche dell’anno nel Parco del Menago vi sia baccano per tutto il pomeriggio.

Ecco il testo degli emendamenti

1616231-rumore

<<Nella classificazione acustica del territorio comunale insiste l’anomalia di un’area per motocross (quindi un’area per attività sportive rumorose),  all’interno del Parco del Menago (area classificata come particolarmente protetta dai rumori).

Tale anomalia andrebbe risolta definitivamente spostando in altra area il motocross.

Come si vede nelle rilevazioni effettuate, durante l’attività di motocross vengono superati i limiti sonori delle vicine aree residenziali, come Via 2 Giugno, dove vengono toccati picchi di oltre 75 decibel, mentre il limite in tali aree sarebbe 60 (vedasi rilevazioni del 21 maggio scorso). Anche se non è stato rilevato, va da sé che il rumore sia ancora più forte all’interno del Parco nella zona compresa tra il motocross e Via Saccavezza, dove il limite sarebbe addirittura di 50 decibel.

Con il regolamento proposto invece si prevedono tutta una serie di deroghe che assicurano piena attività al motocross, ma non tutelano l’area protetta del Parco, né i residenti nella zona.

Leggiamo infatti che per il motocross i limiti di immissione al di fuori della zona in cui si trova la pista, le infrastrutture, i luoghi accessibili al pubblico e le aree di servizio, sono di 20 punti superiori a quelli previsti per l’area del Parco.

Inoltre si consente l’attività in deroga ai limiti acustici per 5 ore al giorno nel periodo autunno-inverno e per ben 6.5 ore al giorno nel periodo primavera estate.

Come se non bastasse il Responsabile dell’ufficio competente può concedere deroga ai limiti indicati fino a 60 gg. nell’anno solare: considerato che l’attività viene svolta prevalentemente di domenica si rischia di avere tutte le domeniche dell’anno col ronzio del motocross.

Non è tutto: per verificare il rispetto dei pur ampi limiti acustici la valutazione di impatto acustico può essere fatta solo in occasione di importanti eventi e solo se e quando il Comune lo chiede, in contraddizione alla vigente convenzione tra Comune e Motocross che all’art. 6 recita “– secondo il D.P.R. n. 304 del 03.04.2001, dovrà essere installato un sistema di monitoraggio costante del rumore, concordando la posizione dei punti di misura con gli Enti preposti;”

Pare quindi evidente che lo scopo di questi articoli del Regolamento non è, come dovrebbe essere, quello di tutelare la preziosa area del Parco, né la tranquillità dei residenti, bensì quello di garantire al motocross ampia libertà di far rumore.

Per consentire temporaneamente il motocross con il minimo impatto acustico, sarebbe opportuno invece creare efficaci barriere acustiche con terrapieni e alberature, oltre che controllare il rispetto di quanto previsto dall’art. 6 della convenzione in essere, in particolare

“l’obbligo di utilizzare moto munite di specifici silenziatori”..

Nell’attesa che si trovi migliore sistemazione al motocross e/o vengano create le opportune barriere acustiche, proponiamo i seguenti emendamenti per consentire temporaneamente l’attività e tutelare maggiormente i vicini residenti, i visitatori del Parco, oltre alla fauna, uccelli ed altri animali, che sono spaventati dai forti rumori.

Emendamenti:

EMENDAMENTO 1 AL Regolamento per la disciplina delle attivita’ rumorose

Al fine di ridurre il numero di giornate di rumore forte oltre i limiti previsti: All’art. 21 co. 1 sostituire la dicitura “60 gg” con “10 gg”

EMENDAMENTO 2 AL Regolamento per la disciplina delle attivita’ rumorose

Al fine di rendere obbligatoria la valutazione di impatto acustico ogni volta che viene richiesta una deroga ai limiti, in coerenza con quanto previsto dalla convenzione in essere tra Comune e Associazione Motocross: all’art. 22 co.1 togliere la dicitura “su richiesta del Comune e qualora se ne ravvisi la necessità”

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

MOSTRO DI VIA ORMANETO: BASTA DEGRADO!

ORMANETO

Mostro di Via Ormaneto

In un articolo comparso su L’Arena in Gennaio dal titolo “Maxi cantiere in degrado. Sei milioni per ultimarlo” si leggeva: <<Il mega cantiere abbandonato di via Ormaneto, a Bovolone, sarà portato a termine. … la società «Zaffiro Immobiliare Sas» … annuncia di aver risolto il concordato preventivo e di aver ricevuto un finanziamento da parte di due istituti di credito pari a circa sei milioni di euro. Una somma che sarà destinata interamente al completamento dei circa 130 appartamenti in pieno centro storico che versano in totale degrado igienico-sanitario e che sono diventati anche il luogo di bivacco di stranieri e sbandati…. Con i sei milioni di euro messi a disposizione dalle banche si andrà a riaprire il cantiere con tempi celeri fissati dal tribunale. … La società immobiliare nogarese, una volta avuta la certezza dei finanziamenti, ha subito preso contatto con i propri progettisti per riattivare l’iter burocratico con il Comune di Bovolone e far ripartire il cantiere in tempi rapidi.

Il sindaco Emilietto Mirandola dichiara che <<occorre prima di tutto fare i conti con il nuovo Pat che ha declassato l’area e quindi i proprietari dovranno prendere contatto con il nostro ufficio tecnico per cercare di trovare una soluzione magari nel piano degli interventi». Mirandola auspica che per prima cosa il cantiere venga ripulito e che venga effettuata una campagna di derattizzazione per eliminare la colonia di topi che negli anni ha proliferato nell’immobile. I residenti hanno più volte sollecitato un rimedio al delicato problema urbanistico e sanitario.

Considerato che oggi, 10 mesi dopo questo articolo, non si è iniziato alcun intervento,

chiediamo

  • se il Sindaco auspicava una pulizia e una campagna di derattizzazione perché  non è stata emessa la relativa ordinanza? Quando sarà emessa?
  • è stata trovata la soluzione auspicata dal Sindaco da inserire nel Piano degli interventi? Se si quale? Se no, perché?
Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti