CASE CLASSE ENERGETICA A

Abitare in case moderne con classe energetica alta e con un basso consumo si può anche a Bovolone.
Abbiamo visitato il primo appartamento in classe A del nostro paese, una ristrutturazione intelligente di un appartamento di 20/30 anni fa.
Sasso Matteo, padrone dell’ appartamento, gentilmente ci ha illustrato la filosofia che guida una costruzione di questo tipo.
Solitamente, nell’immaginario comune, la ristrutturazione di una casa si configura come qualcosa di molto gravoso e laborioso, ancor di più se le misure che si vogliono intraprendere seguono la linea del risparmio energetico.
In questa realtà, ci siamo invece trovati di fronte a una serie di lavori che, seppur di peso non indifferente, non ci sono apparsi come qualcosa di impossibile per le famiglie, soprattutto in termini di disagi.
La cosa fondamentale è l’isolamento con un buon cappotto: in questo caso 11 centimetri interni, placcati con lastre di cartongesso, e un cappotto esterno di 15 centimetri. Una volta isolato è necessario cambiare il tipo di riscaldamento con la posa di pannelli solari termici, uno scambiatore ed un accumulo per l’acqua sanitaria.
Il solare termico non è sufficiente anche per riscaldare d’inverno, quindi è necessario integrare con pannelli fotovoltaici, che alimentano elettricamente tutte le utenze domestiche, e una pompa di calore.
Una cosa molto importante, che raramente viene consigliata dagli addetti del settore, è l’utilizzo di un recuperatore d’aria, indispensabile per non avere lo sviluppo di muffe e per far si che gli occupanti della casa abbiano un guadagno in termini di benessere.
La prima cosa che abbiamo chiesto è la motivazione che l’ha portato a ristrutturare l’appartamento seguendo tali direttive; la risposta è stata molto intelligente e approfondita, con due fattori dominanti :

1- Risparmio finanziario
2- Risparmio energetico a favore di zero emissioni

Proseguiamo l’intervista con una domanda che lo stesso signor Sasso ha avuto difficoltà a rispondere, ossia l’iter burocratico per quanto riguarda la detrazione del 55% prevista per chi fa interventi a favore del risparmio energetico. In particolare è l’istallazione di pannelli fotovoltaici che richiede un lungo iter per poter attivare il contratto con l’enel; un suo consiglio è quello di appoggiarsi a persone qualificate.
Fare una stima dei costi è invece molto difficile, può variare da molteplici tipologie di abitazione e dal tipo di intervento che essa richiede. Per questo tipo di ristrutturazione è stata stimata una spesa di circa 50.000€.
Ricapitolando uno degli interventi più indispensabili per riqualificare un’abitazione è quello di effettuare un buon isolamento associato ad un impianto di recupero d’aria.
Ultima domanda, ma non per importanza, al Sig. Sasso:

“Qual è la sua posizione nei confronti del ritorno al nucleare in Italia?”
“Non sono assolutamente d’accordo perché, come ho dimostrato, esistono le alternative che sono tra l’altro maggiormente ecocompatibili .

Si ringrazia il signor Sasso Matteo per la disponibilità e per la sua preziosa testimonianza.

Questa voce è stata pubblicata in AMBIENTE e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a CASE CLASSE ENERGETICA A

  1. Alessandra ha detto:

    Intervista molto interessante e rassicurante visto che anch’io mi sto documentando per ristrutturare una vecchia casa orientandomi verso le fonti rinnovabili e puntando al risparmio energetico.
    Grazie

    Ale

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...