NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE

Venerdi scorso sulla trasmissione Geo & Geo è andato in onda un ottimo servizio sul nostro Paese. Si è parlato di mobile d’arte, di riso, delle nostre chiese e di agricoltura, menzionando anche il triste fatto che il territorio si distingue per la coltivazione del tabacco.
Di certo non criticheremo chi il tabacco lo coltiva (anche se usano pesticidi che uccidono il territorio), visto che qualcuno sicuramente lo fuma!
In quella puntata abbiamo visto la descrizione di un Paese che appare ricco di arte e di materie prime, una zona sicuramente da invidiare per la produzione di prodotti da far leccare i baffi anche alle migliori forchette.

Detto ciò, non ci spieghiamo una cosa: nella prossima tradizionale fiera agricola di San Biagio, sarà dato ampio spazio alla “Rassegna Nazionale di macchine per la coltura e la lavorazione del tabacco”.

Perché non dare ampio spazio e pubblicizzare un’agricoltura di tipo biologico? Perché non pubblicizzare forme sane per la terra e l’uso di prodotti che non deteriorano in modo irreversibile le zone coltivabili e le falde acquifere?
Il tabacco è morte, anche per chi fa una scelta consapevole di non fumare… i fortissimi pesticidi entrano nei nostri polmoni, nelle nostre acqua e nei nostri cibi.

Bovolone non è la città del tabacco!! Non restiamo inermi di fronte alla morte delle nostre fertili terre … l’alternativa c’è.

Questa voce è stata pubblicata in AMBIENTE, CULTURA e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a NUOCE GRAVEMENTE ALLA SALUTE

  1. Simone Bernabè ha detto:

    Avete pienamente ragione, è ora di finire di avvelenarci con le nostre mani, l’uomo sta inserendo nella catena alimentare sostanze altamente nocive non presenti in natura, siano essi pesticidi o diossina, vedi il recente caso dei polli in Germania, quello che abbiamo per anni considerato il progresso considerando solo la produzione e senza tenere conto dei rifiuti prodotti oggi ci si sta ritorcendo contro. Dobbiamo ripensare a come stiamo coltivando la terra, a come la trattiamo, a come produciamo il nostro cibo usando metodi naturali sostenibili e compatibili con l’ambiente come per il biologico. Possiamo riconvertire tutto il territorio nazionale OGGI!
    http://poveglianoatuttogas.org/2010/09/11/appello-al-ministro-dellagricoltura-galan-italia-llibera-da-pesticidi-e-ogm/
    Perchè stiamo finanziando forme di agricoltura come la “INTEGRATA”? smettiamola di prendere in giro gli italiani finanziando indirettamente anche i produttori di pesticidi!

  2. bovolone5stelle ha detto:

    altro articolo estremamente interessante in tema di inquinamento nella catena alimentare http://www.nogaraonline.net/?p=10028

  3. Elìa ha detto:

    Bravi avanti così, informarsi e comunicare le nostre 5 stelle

    Elìa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...