OGGI SU L’ARENA

IL BRODO PRIMORDIALE

BOVOLONE. Come a Cologna, anche qui si presenterà un «listone»

Lega senza Pdl alle elezioni
con il centro e parte del Pd

Orfeo Pozzani candidato a sindaco e il Carroccio ha la metà dei consiglieri Due liste ancora segrete

Lega e Pdl andranno divise alle amministrative bovolonesi. Un tentativo di unione è stato fatto, ma senza successo. La Lega candida Orfeo Pozzani, segretario del del Carroccio locale, e correrà con un listone insieme alle civiche «Lista Bovolone domani» e «Città Futura». Entrami i gruppi fino a febbraio sedevano all’opposizione della Lega che amministrava con «Bovolone protagonista», civica che di fatto si è dissolta dopo lo scioglimento anticipato del consiglio comunale, al temine di una crisi che ha squassato gran parte delle forze politiche e diviso trasversalmente le stesse civiche, come «Bovolone protagonista» e «Città Futura». Nel listone di Pozzani, la Lega ha 8 candidati su 16; la civica «Bovolone domani», di centro con affinità verso l’Udc tre; «Citta Futura» che ha qualche esponente del Pd, come il segretario locale Agostino Cunico, cinque. Non tutto il Pd ha infatti aderito. Pozzani spiega l’accordo: «Dopo la crisi c’è stata una fase di colloquio e apertura per creare una lista allargata il più possibile. Le porte erano aperte, ma il Pdl è rimasto fuori per diversità di vedute, anche al loro interno. Ci presentiamo con volti nuove, per questo molti protagonisti della vita politica hanno fatto un passo indietro». I responsabili di Bovolone Domani spiegano cosi la loro scelta: «Bovolone ha perso molte opportunità di crescita per le troppe divisioni. Da qui l’idea, condivisa con Lega e Città Futura, che per far ripartire il nostro paese fosse necessaria un’aggregazione allargata al maggior numero di forze politiche rappresentative. Ci siamo uniti superando i pregiudizi sulla provenienza politica: i nostri errori ci hanno reso più umili e più consapevoli». Ecco i candidati: per la Lega Stefano Sarti, Giovanni Favarello, Fabrizio Ferrari, Lorenzo Bressan, Antonella Ferrarini, Lorenzo Fiaschi, Rossella Marangoni, Andrea Pregnolato; per Citta Futura: Alessandro Passilongo, Giuliano Pieropan, Simone Rossignoli, Agostino Cunico, Cristina Franceschini; per Bovolone Domani: Angiolina Pasini, Gianni Carazzolo, Andrea Zorzella. Sabato, alle 10, il listone incontrerà la cittadinanza al Piccolo Caffé.
Sulle altre due liste c’è ancora incertezza. Il Pdl, da tradizione, scoprirà le carte per ultimo. Secondo alcune voci si presenterà da solo, anche se potrebbero esserci degli indipendenti. Alcuni dissidenti del Pd, invece, dovrebbero presentare una propria lista, «Centro sinistra per Bovolone», che sarà di riferimento anche per i simpatizzanti di Sinistra e libertà e Rifondazione. Incerta la fantomatica quinta lista, forse autonomista, forse di destra.RO.MA.

IL FUTURO SIAMO NOI 

VERSO IL VOTO. I punti forti del programma sono smaltimento ecologico e energia e aria pulita

I seguaci di Grillo si fanno in quattro

Il gruppo ha presentato i suoi aspiranti primi cittadini a Grezzana, Bovolone, Isola e Nogara

Torna a colpire il Movimento 5 Stelle, fondato da Beppe Grillo, che presenta i suoi quattro candidati sindaci a Nogara, Isola della Scala, Bovolone e Grezzana. All’ombra dell’Arena di Verona il gruppo ha annunciato i programmi e le battaglie nei quattro Comuni della provincia che andranno alle elezioni amministrative del 15 e 16 maggio. A dare «fuoco alle polveri» penserà il comico-politico Beppe Grillo che il 27 aprile, in piazza a Nogara, aprirà il tour elettorale del Movimento. «Nogara perché il Comune simbolo della nostra provincia», spiega il candidato sindaco Mirco Moreschi, «simbolo del malgoverno leghista che dopo soli nove mesi ha abdicato alla politica lasciando l’amministrazione con un buco di quasi un milione di euro». E aggiunge: «Riportare il rispetto del patto di stabilità è la priorità e bisogna farlo riducendo la spesa e tagliando gli sprechi».
Energia e aria pulita, meno rifiuti e metodologia ecologica di smaltimento e no alla devastazione del territorio, sono i punti di forza del Movimento. Lo afferma Alexander Scorza, candidato di Grezzana, che dice: «Abbiamo un progetto concreto per il nostro Comune che ha risentito della crisi economica del marmo che ha dato ricchezza ma anche devastazione. Vogliamo costruire un centro di riciclo dei rifiuti sullo stile di Vedelago». Gianni Bertolini, nuovo volto per Bovolone, che per l’occasione indossa provocatoriamente un elmetto, spiega: «Vogliamo demolire la vecchia politica e costruirne una nuova. Siamo una valanga e chi non sarà con noi sarà travolto». Infine Renzo Gasparella, candidato a Isola della Scala, annuncia le due grandi battaglie: «Cercheremo di fermare l’Interporto e la Mediana». G.COZ.

Questa voce è stata pubblicata in AMMINISTRAZIONI e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a OGGI SU L’ARENA

  1. Antonio Spagnuolo ha detto:

    Avanti così ragazzi!
    Le vostre facce sono come la luce in fondo al tunnel..un futuro fatto di idee senza asfalto, cemento ed energie deleterie per l’ambiente..forse quando parlerò dell’Italia ai miei figli potrò farlo di nuovo guardandogli negli occhi!!
    Con riferimento al titolo del post posso dire che più che di brodo possiamo parlare di minestra riscaldata!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...