C’è chi dice SI

Da qualche settimana abbiamo iniziano l’intensa attività di volantinaggio e incollatura manifesti relativi al referendum del 12 e 13 giugno.

Abbiamo deciso di promuovere il referendum unendo le forze, facendo battaglia comune assieme ai comitati di ACQUA BENE COMUNE e ANTINUCLEARE DELLA BASSA VERONESE. Siamo stati in piazza con i gazebo, ma il nostro simbolo non era esposto proprio per far si che arrivasse un messaggio univoco e forte ai bovolonesi.

Noi Vi esortiamo a recarvi ad esprimere la vostra opinione in tema di ACQUA, NUCLEARE e LEGITTIMO IMPEDIMENTO, innanzitutto perchè è un vostro diritto!

Noi sosteniamo il SI, sosteniamo l’acqua come bene comune e pubblico in cui non deve entrare il profitto, combattiamo contro la costruzione di impianti nucleari che di fatto è sono una tecnologia ormai obsoleta che pone importanti problemi di salute pubblica. Infine sosteniamo l’abrogazione della norma sul legittimo impedimento, una tra le tante leggi ad personam fatte dal Governo in carica.

Domenica 12 e lunedì 13 giugno 2011 gli elettori italiani saranno chiamati alle urne per esprimere la loro opinione su 4 referendum popolari per l’abrogazione di leggi, ecco perchè noi sosteniamo il SI:

ACQUA: Perché l’acqua è un bene comune e un diritto umano universale. Un bene essenziale che appartiene a tutti. Nessuno può appropriarsene, né farci profitti. L’attuale governo ha invece deciso di consegnarla ai privati e alle grandi multinazionali. Noi tutte e tutti possiamo impedirlo. Mettendo oggi la nostra firma sulla richiesta di referendum e votando SI quando, nella prossima primavera, saremo chiamati a decidere. E’ una battaglia di civiltà. Nessuno si senta escluso.

NUCLEARE: perchè è una tecnologia pericolosa infatti impianto nucleare emette radioattività anche senza incidenti. I bambini che abitano vicino alle centrali corrono maggiori rischi di contrarre la leucemia. Consideriamo anche il fatto che l’elettricità dall’atomo, tenedo conto anche della dismissione delle centrali e lo smaltimento delle scorie, costa più delle altre fonti di energia. I maggiori costi inevitabilmente verranno scaricati nella bolletta dei cittadini.

LEGITTIMO IMPEDIMENTO: basta con leggi ad personam per tutelare i proprio interessi.

GIA’ QUALCHE MESE FA BERTOLINI GIANNI, ORA CONSIGLIERE DEL MOVIMENTO 5 STELLE NEL COMUNE DI BOVOLONE, DICHIARO’ LA SUA POSIZIONE IN MERITO ALLA GESTIONE DELL’ACQUA. QUI POTETE VEDERE QUALI CANDIDATI SINDACI ALLE ULTIME AMMINISTRATIVE HANNO DETTO CHIARAMENTE COME LA PENSANO

Per poter esprimere opinione contro il nucleare, contro la privatizzazione dell’acqua e contro il legittimo impedimento è necessario VOTARE SI  in quanto si tratta di un referendum abrogativo.

Questa voce è stata pubblicata in GENERALE e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.