AUTOASSOLVERSI A NORMA DI LEGGE. Il Sindaco si fa il biogas: parte terza

E’ opportuno tornare sull’argomento. La stampa ne parla ancora (PRIMO GIORNALE 11/09/2012) e parla ancora di noi.

Queste le dichiarazioni del Sindaco sig. Mirandola, nostro dipendente (eletto e pagato da noi):

“La legge dà la possibilità a chi possiede un impianto a biogas, di bruciare prodotti e sottoprodotti agricoli, mais compreso. I problemi etici dovrebbero porseli al massimo coloro che fanno le leggi. Io sono un imprenditore, e se ho la possibilità di farlo non vedo perché non dovrei”

Già solo queste parole bastano, a nostro parere, per valutare se e quanto essere fieri ed orgogliosi del nostro Primo Cittadino, che evidentemente ritiene il fatto di esserlo, solo un dettaglio trascurabile nella propria “carriera di uomo”.

Ma il caso merita ulteriori approfondimenti e precisazioni.

Punto primo: il Sindaco parla e si difende attraverso un articolo di stampa e non in un incontro pubblico a confronto diretto con i cittadini (“volgiamo fare della partecipazione del cittadino . . .”; ricordate?).

Punto secondo: il Sindaco e il giornalista non capiscono o fanno finta di non capire quale sia il vero problema di fondo dal nostro punto di vista, che comunque viene riportato in modo parziale.

Poco etico non è tanto bruciare cibo (mais); questo è “solo” l’assurdo (“lo stravolgimento dell’agricoltura”) nell’assurdo di una centrale a biogas da 1 MW in se. Un impianto insostenibile dal punto di vista ambientale, sanitario, energetico ed economico.

Da questo ultimo punto di vista diventa vantaggioso solo grazie agli incentivi statali pubblici.

Per essere più chiari: non sarebbe conveniente investire in un impianto del genere se non vi fosse profitto derivante dagli incentivi. L’Imprenditore-sindaco Mirandola Emilietto ci guadagna solo perche i “schei” glieli diamo noi: gheto capìo? E paghiamo anche in salute e ambiente (questo anche lui ma pare non gli interessi). Questo la gente dovrebbe sapere e capire.

Messaggio del sindaco ai cittadini: “la legge è una schifezza ma io ne approfitto e ci guadagno . . . alla faccia vostra. Sono o non sono un imprenditore?”.

Questa voce è stata pubblicata in AMBIENTE, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...