Comunicato Stampa

legge rifiuti

Domenica 14/04/2013 in tutta Italia inizierà la raccolta firme per il disegno di legge di iniziativa popolare “Legge rifiuti zero” www.leggerifiutizero.it

Ad una iniziativa di questo tipo non poteva non partecipare il M5S che raccoglierà le firme in vari comuni della provincia. Qui sono rappresentati i Meetup di Verona, Pescantina, Villafranca, San Giovanni Lupatoto, Bovolone, Isola della Scala e Nogara. 

Questa legge mira ad una riforma organica di tutto il sistema della raccolta e smaltimento rifiuti e si articola su 5 parole fondamentali: sostenibilità, ambiente, salute, partecipazione e lavoro.Quest’ultimo punto non è da sottovalutare alla luce della situazione attuale: la diffusione della raccolta rifiuti porta a porta, che è uno degli obiettivi, creerebbe migliaia di posto di lavoro che sarebbero pagati dal recupero dei materiali e dal risparmio ottenuto con la drastica riduzione dei conferimenti negli inceneritori e nelle discariche dei materiali post consumo.

Le linee guida sono:

  • • far rientrare il ciclo produzione-consumo all’interno dei limiti delle risorse del pianeta;• rispettare gli indirizzi della Carta di Ottawa, 1986;
  • • rafforzare la prevenzione primaria delle malattie attribuibili a inadeguate modalità digestione dei rifiuti;
  • assicurare l’informazione continua e trasparente alle comunità in materia di ambiente erifiuti;
  • riduzione della produzione dei rifiuti del 20% al 2020 e del 50% al 2050 rispetto allaproduzione del 2000;
  • recepire ed applicare la Direttiva quadro 2008/98/CE;
  • recepire ed applicare il risultato referendario del giugno 2011 sull’ affidamento della gestione dei servizi pubblici locali. Per perseguire le suddette finalità, il presente progetto di legge contiene una serie di misure finalizzate a:
  • Promuovere e incentivare anche economicamente una corretta filiera di trattamento deimateriali post-consumo;
  • spostare risorse dallo smaltimento e dall’ incenerimento verso la riduzione, il riuso e il riciclo;
  • contrastare il ricorso crescente alle pratiche di smaltimento dei rifiuti distruttive dei materiali;
  • ridurre progressivamente il conferimento in discarica e l’incenerimento;

Ricordiamo che per essere presentata la Legge di Iniziativa Popolare necessita di 50mila firme certificate. Quindi lanciamo l’ appello a tutti i cittadini perché vadano a firmare ai nostri banchetti.

Questa voce è stata pubblicata in AMBIENTE e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...