Accattoni: guerra tra poaretti

Con l’Ordinanza n79 del 12/07/2013 il Sindaco Emilietto Mirandola vuole contrastare  “IL DEGRADO URBANO, L’ACCATTONAGGIO E LA PRESENZA DI LAVAVETRI.”

Con questa Interrogazione abbiamo voluto andare più a fondo di questa “urgentissima” questione.

OGGETTO: Interrogazione delibera n. 79 del 12/07/2013 riguardante le disposizioni per contrastare il degrado urbano, l’accattonaggio e la presenza di lavavetri.

Premesso che

Il Sindaco ha emanato un’ordinanza, richiamata all’oggetto, volta alla tutela del patrimonio storico, artistico e culturale di Bovolone, nonché del rispetto delle regole sul decoro, la decenza, la moralità, il vivere civile, il rispetto degli spazi pubblici, l’inosservanza delle quali sarebbe giunta ad un punto tale da essere divenuta motivo di allarme e turbativa per la collettività e disagio e criticità igienico sanitarie e per la sicurezza pubblica,

Considerato che

-il fenomeno dell’accattonaggio, sicuramente aumentato negli ultimi anni anche all’interno del nostro territorio comunale, può rappresentare il manifestarsi di casi estremi di povertà, emarginazione, discriminazione e difficile situazione sociale;

-parrebbe più opportuno trattare il fenomeno, impropriamente inteso come degrado, coinvolgendo le comunità e i servizi sociali comunali piuttosto che instaurando regimi sanzionatori, così da meglio integrare i concetti di “disagio”, “moralità” e “vivere civile”;

SI CHIEDE

-se questa Amministrazione ritiene veramente che il degrado del patrimonio storico, artistico e culturale del comune di Bovolone siano dovuti alla presenza di soggetti dediti all’accattonaggio e non ad altri fattori noti, quali l’eccessiva e incontrollata edificazione, cementificazione ed espansione urbana, la fatiscenza degli edifici storici e non del centro, la scarsità e la impropria manutenzione delle aree verdi e boschive;

-se questa Amministrazione ritiene il fenomeno dell’accattonaggio, del bivacco e dei lavavetri una criticità igienico sanitaria di portata ed emergenza superiore al permanere sul territorio di Bovolone del noto problema “Fazioni”.

-con quale mezzo l’Amministrazione pensa di riuscire a riscuotere le sanzioni applicate ad individui che, se dediti all’accattonaggio, non dispongono di mezzi economici per sopperire le sanzioni stesse;

-se l’amministrazione non ritiene che la confisca delle offerte e di quanto utilizzato per mendicare, se lecitamente posseduto, possa essere non solo atto contrario alla legge ma pratica a sua volta assimilabile all’accattonaggio;

-in quale occasione si è verificata da parte di un qualsiasi soggetto l’attività di lavavetri all’interno del territorio comunale di Bovolone;

-quali e quante segnalazioni/lamentele da parte dei cittadini si sono verificate e registrate.

Ovviamente, come sempre, la stessa non viene segnalata alle minoranze, che comunque possono trovarla su internet (Vedi post precedente) o aspettare che esca su quotidiani locali.  La condivisione resta solo uno spot elettorale.

Consiglio Comunale da QUI diretta streaming e O.D.G.

 

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...