ELEZIONI EUROPEE – INFORMARSI’ E’ UN DOVERE!

Cari concittadini bovolonesi. Vi state preparando alle prossime elezioni Europee?images
Forse non tanto, probabilmente aspettate che venga qualche mega “Vip” della politica italiana, ormai al terzo o quarto mandato, che ricopre già una carica politica (magari sindaco) a raccontarvi qualche bugia e che si candida alle europee solo per fare la “volata”, cosa vorrà dire poi? ,… o ti impegni per l’Europa e per il tuo paese o stai a casa!
Oppure restate tranquilli sul divano a guardare la tv e a sentire le menzogne di chi (eletto da nessuno) vi promette 80 Euro (53 di media che diventano 15 se hai il coniuge a carico !!) o di togliervi qualche tassa e poi va dalla Merkel per rispettare gli impegni Europei.
Ma quali impegni? Quelli che abbiamo spiegato nella nostra serata informativa dello scorso 2 Maggio e che qui di seguito riassumiamo:
FISCAL COMPACT:
Le cose importanti in Italia le decidono quattro gatti nelle loro segrete stanze senza coinvolgere i cittadini.
Il 19 luglio 2012 con il governo di Monti, presidente del Consiglio non eletto da nessuno, fu approvata la condanna a morte del nostro Paese detta “Fiscal Compact”. La solita parola inglese che dà spessore intellettuale a chi la usa e che non fa capire di che si tratta. Con il Fiscal Compact il nostro (?) Paese si è impegnato ad assestare il rapporto debito/Pil al 60% in linea con gli accordi di Maastricht del 1992. Allora l’Italia, che viaggiava al disopra del 100% di debito/Pil, fu esentata insieme al Belgio pur sapendo che l’obiettivo 60% era irrealizzabile. Nel 1992 era necessario che l’Italia entrasse nella UE e che in seguito adottasse l’euro. Ora la UE non può più fare sconti e il motivo è il nostro debito pubblico.
A fine 2013 il rapporto debito/ Pil ha raggiunto il 132,6%, il più alto dal 1990. Il rapporto ha un andamento quasi esponenziale, nel 2012 era del 127%. Il nostro debito pubblico marcia ad aumenti di 100/120 miliardi in più all’anno e ha superato i 2.100 miliardi e il Pil è caduto di nove punti dal 2008.
Debito in salita verticale, discesa del Pil e aumento costante degli interessi sul debito. In questa situazione il Fiscal Compact, che significa manovre da 40 ai 50 miliardi all’anno per vent’anni, quindi tasse e tagli alla spesa sociale, in mancanza di una fortissima crescita, è irrealistico. Consegnerebbe l’Italia alla miseria con tagli neppure immaginabili alla scuola, alla sanità, e ucciderebbe ogni possibilità di ripresa. Il Fiscal Compact lo ha firmato il signor Rigor Montis e lo ha ratificato il parlamento delle larghe intese che lo ha sostenuto. Il Fiscal Compact lo paghino Berlusconi, il PD menoelle, Napolitano e Monti se vogliono. Il M5S lo vuole cancellare.
FONDO EUROPERO DI RENDENZIONE (ERF)
Il 13 giugno 2013 il Parlamento europeo ha firmato il Fondo Europeo di Redenzione. Ovvero l’hanno firmato i nostri parlamentari PD, PDL, Lega, SEL ecc.
Infatti di nascosto, nel silenzio mediatico più omertoso, sta nascendo l’ultimo mostro partorito dall’Unione Europea: l’European Redemption Fund (sigla RF o ERF).
Il micidiale ERF funziona essenzialmente in questo modo: tutti gli Stati aderenti conferiscono a un Fondo specifico le eccedenze delle porzioni di debito superiori al 60% del PIL e lo stesso Fondo, per finanziarsi e tramutare i titoli nazionali con quelli con garanzia comune, emetterà sul mercato dei capitali una sorta di super eurobond al cubo e avvalendosi della tripla A, concessa dalle Agenzie di rating alle emissioni della UE, potranno godere di tassi presumibilmente più bassi rispetto a quelli di molti paesi “periferici”.
Ma siccome nessuno ti regala nulla per nulla, tantomeno i ragionieri esattori europei, in cambio viene pretesa a garanzia l’asservimento dei rispettivi asset patrimoniali nazionali, riserve valutarie e auree e parte del gettito fiscale (es. IVA). In questo modo si firmano cambiali in bianco e la riduzione del debito avverrà automaticamente con la vendita dei  beni patrimoniali seguendo la logica del curatore fallimentare più orientata a soddisfare i diritti del creditore che del debitore se non si sarà in grado di versare gli importi previsti ogni anno e per vent’anni! Praticamente per noi una specie di euro Equitalia esattrice-liquidatrice o come avviene con la cessione del quinto stipendio, rimanendo però con il residuo del debito (il 60%) da onorare senza più contare sul “collaterale” patrimoniale!

L’Erf è solo l’ennesimo fondo gestito da un’organizzazione intergovernativa e finanziaria anonima, non eletta dal popolo, sul quale non potremo avere nessun tipo di informazioni, in quanto la documentazione è stata dichiarata secretata e inviolabile.

TRATTATO TRANSATLANTICO DI LIBERO COMMERCIO (TTIP)
Il TTIP è un accordo di libero scambio in fase di negoziazione tra Unione Europea e Stati Uniti. Avviate nel luglio 2013, le negoziazioni dovrebbero finire per la fine del 2014. Gli accordi puntano principalmente a favorire il commercio fra le due regioni eliminando tasse doganali e limiti di import\export.
Il Ttip non porterà a una crescita tale del Pil europeo da giustificare l’ennesima ondata di liberalizzazioni e abbassamento degli standard di qualità e di sicurezza dei prodotti. Le negoziazioni per il Ttip stanno avvenendo in maniera poco trasparente con la partecipazione di quelle multinazionali che gioveranno più di tutti dall’accordo finale. In un periodo di crisi, stiamo parlando dell’ennesimo smacco alle piccole e medie imprese italiane.

CERCHIAMO ANCORA RAPPRESENTANTI DI LISTA!!!

Contattateci a bovolone5stelle@gmail.com

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...