ASSEGNATE GLI ALLOGGI POPOLARI SFITTI!

A Bovolone ci sono vari alloggi popolari sfitti e vuoti da anni, mentre numerose famiglie sono a rischio di sfratto e più di 50 sono in attesa di un alloggio popolare. Con la nostra interrogazione vogliamo sollecitarne l’assegnazione. La risposta in diretta nel Consiglio Comunale di Venerdi 24 Novembre alle 20.30 in Sala Civica.

Di seguito il testo dell’interrogazione.

Premesso che
Con DECRETO DEL DIRETTORE DELLA UNITA’ ORGANIZZATIVA EDILIZIA n. 35 del 22 agosto 2016 la Regione ha provveduto a concedere, in via provvisoria, il finanziamento
di euro 61.000,00 all’A.T.E.R. di Verona per la manutenzione straordinaria di n. 3 alloggi
sfitti in Comune di Bovolone (VR), via Grandi n. 9, via Madonna n. 241 e via Quasimodo n. 30.
Chiediamo

  • se i tre alloggi sono stati ristrutturati e assegnati ai beneficiari.

In caso contrario chiediamo

  • perché ed entro quando si suppone possano essere assegnati?

Considerato inoltre che
durante il Consiglio Comunale del 15/03/17 l’assessore Bernardini ricordava che:
“n°1 alloggio di proprietà comunale è disponibile per l’assegnazione;
n°4 appartamenti di proprietà dell’A.T.E.R. sono vuoti in attesa del via libera dell’Azienda
stessa per procedere alla loro assegnazione;
ulteriori n°4 appartamenti di proprietà dell’A.T.E.R. sono nell’elenco relativo al D.L. n.47/2014 “Misure urgenti per l’emergenza abitativa…” in attesa di decisioni in merito da
parte dell’Azienda stessa;
ulteriori n°3 appartamenti di proprietà A.T.E.R. inseriti nel piano di vendite straordinario
dell’Azienda, in caso di mancata alienazione, potrebbero essere messi in disponibilità al
fine di una nuova assegnazione”

Chiediamo quindi

  • quanti di questi alloggi sono stati assegnati e a che punto è la procedura di assegnazione di quelli non ancora assegnati.

casa.jpg

AGGIORNAMENTO DEL 10/12/17

Risposta Assessore Bernardini

L’assessore Bernardini comunica che, purtroppo, nel corso del 2017 non sono stati assegnati alloggi ATER in quanto l’azienda non ha reso assegnabile alcun alloggio di sua proprietà, nonostante i ripetuti solleciti da parte dell’Amministrazione. Fa presente che per quanto detto nel Consiglio del 15/3/2017 le informazioni erano state fornite dall’Ater. Purtroppo gli alloggi indicati nella delibera non sono stati messi a norma e non sono stati assegnati. Riferisce che l’unico alloggio di proprietà del Comune, sito in via Nuova 6, è stato invece individuato come alloggio disponibile per le emergenze con delibera di Consiglio comunale numero 21 in data 15.3.2017.
Ribadisce che nessun alloggio é stato consegnato da parte dell’ATER, mentre quello del Comune é disponibile come alloggio per emergenze. Precisa che l’Amministrazione, dopo diversi solleciti sia per lettera che telefonici, e di attese vane ed incontri rinviati, é riuscita il 18.10.2017 ad ottenere, dopo un anno, un appuntamento per il 24/10/2017. Quindi tutto antecedente l’interrogazione del Movimento 5 Stelle. Riferisce dell’incontro presso l’ATER con il ragioniere Stefano Valentini.
Incontro che definisce veramente positivo. Il funzionario ha assicurato verbalmente che avrebbe consegnato quattro appartamenti forse entro la fine dell’anno. A seguito dell’interrogazione é stato chiesto all’Ater di fornire una risposta scritta, poiché non si poteva rispondere basandosi su parole date. Ricorda lo scambio di corrispondenza e la risposta pervenuta via pec dall’Ater, che verrà
consegnata poi ai Consiglieri. Gli immobili assegnabili risultano n. 2 (Via Accordi e Via F.lli Bandiera) con previsione di conclusione dei lavori entro il 31/12/2017 e n. 3 (Via Grandi, Via Madonna e Via Quasimodo) con previsione di conclusione dei lavori entro il 02/02/2018. Si augura che se l’ATER rispetterà la conclusione dei lavori si avranno cinque alloggi assegnabili, entro breve. Fa presente che esistono altri 13 alloggi in attesa del reperimento del finanziamento regionale e quindi non assegnabili.
Il Consigliere Montagnoli chiede che fine hanno fatto i finanziamenti stabiliti dall’ATER
ricordando la delibera regionale veneto n. 1134 dell’1.7.2014, che prevede la possibilità di assegnare per 15 anni alloggi a enti no profit con la condizione di renderli agibili ed affittabili. Fa presente che tale opportunità é già stata presa in considerazione da alcuni Comuni vicini tra i quali, Legnago, partito nel 2015, Villafranca che ha operato attraverso l’Associazione S.o.s. Casa e Verona, attraverso la Caritas.
Prosegue con una considerazione relativamente al fatto che come M5S hanno presentato l’ interrogazione l’8.11.2017 e fa piacere che la risposta dell’ATER sia del 14.11.2017, quindi dopo la loro interrogazione.
L’Assessore Bernardini chiarisce che la disponibilità che l’ATER aveva dato era quella di
concedere quattro appartamenti entro la fine dell’anno e sei dopo. Precisa che la nota scritta dell’ATER é pervenuta a seguito della richiesta del Comune di avere qualcosa di scritto da portare in Consiglio comunale. Ribadisce che comunque la cosa era stata seguita antecedentemente la data dell’interrogazione presentata. Precisa di non conoscere e quindi di non saper rispondere in merito alla accennata sovvenzione regionale

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...