CONTRIBUTI STATALI E REGIONALI: QUANTE OCCASIONI PERSE!

In questi anni abbiamo visto numerosi contributi statali e regionali arrivare nei comuni vicini (per le scuole, le vie ciclabili, alloggi popolari, ecc.) e Bovolone rimanere a bocca asciutta spesso per non aver presentato nemmeno domanda.

contributi scuole 2018.png

Comuni beneficiari: Bovolone non aveva presentato domanda

Nella rendicontazione di bilancio presentata in Consiglio Comunale ovviamente non troviamo tali entrate. Invece fanno parte della rendicontazione anche quelle spese superflue alle quali ci siamo già opposti come quella per l’Ufficio Stampa, l’aumento di stipendio per Presidente del Consiglio, Sindaco ed Assessori, e asfaltamenti di strade bianche per i quali sono stati spesi soldi che sarebbero serviti per interventi più urgenti come scuole e alloggi popolari.

Questa rendicontazione certifica l’assenza di molti interventi necessari per il paese e l’incapacità di reperire le risorse necessarie.

Ne abbiamo avuto prova in questi mesi in cui leggendo le delibere di assegnazione di contributi regionali e statali in provincia di Verona Bovolone sia rimasta quasi sempre esclusa. Non ultimi i contributi statali per adeguamento sismico o ricostruzione di scuole legati alla legge di Bilancio 2017.

Se si fossero fatte le verifiche sulla scuola di Villafontana alcuni anni fa forse ora potremo avere già un progetto e magari un finanziamento.

L’ultimo considerevole contributo ottenuto dal comune riguarda la piastra polifunzionale: una richiesta fatta ancora nel 2010 per un’opera che deve ancora essere ultimata.

All’incapacità di reperire risorse esterne corrisponde un’altrettanta incapacità di sfruttare la possibilità di accesso al credito da parte del comune per finanziare le opere pubbliche necessarie e non più procrastinabili, come gli interventi di edilizia scolastica (compresa la nuova scuola di Villafontana) e di efficientamento energetico di tutti gli immobili comunali. Come non si può più rimandare l’aumento del numero di alloggi di edilizia residenziale pubblica da mettere a disposizione alle oltre 50 famiglie di Bovolone, che da anni attendono e galleggiano per questo in condizioni di disagio economico e abitativo.

In definitiva si nota la mancanza di una figura che si dedichi a reperire le risorse interne ed esterne al comune lavorando sul bilancio per permettere questi ed altri interventi.

Manca infatti la figura dell’ Assessore al bilancio che è uno dei principali problemi organizzativi del comune.

Abbiamo visto infatti nelle scorse sedute di consiglio comunale durante le variazioni di bilancio come alcuni assessori non abbiano piena certezza delle risorse a disposizione nei loro capitoli di bilancio di competenza.

Non si capisce del resto perché a fronte dell’unificazione del settore Edilizia Privata ed Edilizia Pubblica in capo ad un unico responsabile dell’ ufficio tecnico si mantengano due assessorati distinti, mentre appunto manca un Assessorato importante come quello al Bilancio oltre alla figura obbligatoria per legge del vicesindaco.

Pur con tutto l’impegno personale, infatti, un consigliere delegato non può assolvere ad un impegno così importante che oltre a competenze richiede tempo, stante il continuo mutare delle normative e dei bandi Statali e regionali.

Sappiamo bene che tutto questo è dovuto ad accordi interni in seno all’amministrazione, che però vanno a discapito dell’efficienza dell’amministrazione stessa.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...